Qualche settimana fa un nostro cliente ci ha chieste di riprogettare il sito web aziendale in modo che servisse a generare nuovi contatti e non solamente come vetrina aziendale. In particolare voleva evidenziare e dare del valore alla sezione prodotti.

Sicuramente una scelta saggia riprogettare il sito internet aziendale, dato che se fatto seguendo le nostre linee guida l’investimento per la creazione del sito si sarebbe ripagato nel giro di 6 mesi.

Come sempre abbiamo fornito la nostra garanzia ai nostri clienti: cioè se il sito web aziendale non genera contatti entro 6 mesi il sito è gratis. Sappiamo quanto sia difficile fidarsi nuovamente di un’agenzia web e questo ci sembra il minimo che possiamo mettere sul piatto per farti dormire sereno.

Ora veniamo al punto, la sezione prodotti o servizi del tuo sito web aziendale come deve essere creata in modo da non apparire solamente una vetrina?

2 errori da NON fare quando presenti i tuoi prodotti online

Creare una pagina per ogni prodotto non cercato online è inutile e dispendioso, i prodotti vanno raggruppati in macrocategorie che hanno un volume di ricerca mensile non nullo.

 

Questo cosa vuol dire? Se la tua azienda produce 100 tipi di stufe a pellet è inutile creare 100 pagine apparentemente diverse quando nessun utente ricerca il contenuto rappresentato da ogni singola pagina. Avrà più senso creare una pagina chiamata “stufe a pellet 8 Kw” ed all’interno di essa elencare tutte le stufe con quella caratteristica, snocciolando nel dettaglio tutti i plus valore e le informazioni utili veramente all’utente, non una sorta di copia ed incolla delle pagine prodotti del fornitore. Per capire qual’è il parametro discriminante per creare la pagina del prodotto bisogna eseguire una attenta analisi in base al tuo settore di riferimento e sul metodo di ricerca che gli utenti utilizzano.

 

Non inserire un form contatti ed una call to action per recuperare all’istante i dati del cliente.

 

Se pensi che se un utente è interessato al tuo prodotti ti contatterà comunque perchè hai creato una apposita pagina contatti ti sbagli di grosso. L’utente medio è pigro per definizione e devi incentivarlo a contattarti, il primo modo per farlo è quello di inserire in modo chiaro un richiamo all’azione ed un modulo contatti alla fine di ogni pagina prodotto o servizio.

Linee guida per la sezione prodotti del sito web aziedale

sito web aziendale

Non inserire tutti i tuoi prodotti

Come abbiamo detto sopra creare una immensa sezione prodotti perchè pensi che più ne hai e piu fai colpo sul cliente è una strategia che poteva funzionare lo scorso decennio. Ad oggi nascono competitor nel tuo settore ogni 2 ore e ci sarà sempre qualcuno che presenterà la sua azienda online in modo più appariscente della tua.

Il segreto stà nel focalizzarsi su una serie di prodotti che risolvono effettivamente un problema dell’utente.

Verifica che qualcuno ricerchi i tuoi prodotti

Prima di progettare la sezione prodotti è fondamentale capire se qualcuno ricerca in Google i tuoi prodotti in modo da sviluppare della pagine ad hoc, ottimizzate per il motore di ricerca e con contenuti di valore per l’utente, per intercettare la domanda del potenziale cliente.

Questo comporta un discreto lavoro in fase di progettazione ma è quello che contraddistingue un sito che funziona.

Crea contenuti nella pagina prodotto che siano di valore

Per ogni scheda prodotto che vai a creare devi avere cura di riportare contenuti che incentivano l’utente a richiederti informazioni, la scheda tecnica dettagliata, le foto e tutto quello che concerne la descrizione del tuo prodotto è ovviamente d’obbligo! Questo penso che sia scontato ma devi fare qualcosa in più, devi cercare di vendere il tuo prodotto come quando un cliente entra nella tua sede e ti chiede informazioni. Tutto quello che gli racconteresti deve esserci nella scheda del prodotto.

Inserisci un modulo contatti in ogni pagina

Questa è una delle prime modifiche che facciamo e si ottiene un incremento dei contatti che varia dal 30% al 120% con conseguente stupore del titolare. Oggi non puoi più prentedere di demandare all’utente l’ennesimo click verso la pagina contatti per recuperare il suo nominativo. L’utente cosa fa se non trova istantaneamente il modo per contattarti? Passa al sito successivo che ha già aperto in un altro tab del browser.

Gestisci correttamente eventuali errori 404

Anche se può sembrare un aspetto troppo tecnico devi almeno sapere che a volte Google indicizza pagine del tuo sito che per qualche motivo non trova più in futuro. Esempio?

Quando crei un prodotto e dopo 3 mesi cancelli la pagina vai a genere un errore 404, cioè Google ha precedentemente indicizzato una pagina del tuo sito che ora non esiste più.

Questi errori vanno gestiti altrimenti il tuo sito viene penalizzato da Google.